TIFONE MARIA, IN 24 ORE DA TEMPESTA TROPICALE A CATEGORIA 5

tifone maria

Nato come tempesta tropicale con venti di circa 100 km/h, in poco meno di 24 ore diventa un mostro di categoria 5 con venti medi di circa 260 km/h, complici le elevate temperature della superficie marina, prossime ai 30 gradi nei pressi di Guam.

Dopo aver investito le isole delle Marianne settentrionali e il Guam, il super tifone si dirige verso aree più densamente popolate.

 

 

 

 

 

 

 

Con venti superiori ai 250 km/h, ovvero venti di categoria 5 sulla scala Saffir-Simpson (il livello massimo), si registrano onde alte oltre 10 metri. La traiettoria è ancora incerta, ma il movimento di circa 10 km/h verso NW è bastato per far scattare l’allerta in Cina e per il sud del Giappone. A rischio anche grandi metropoli come Shanghai per la Cina e Taipei per l’isola di Taiwan.

Nel corso della settimana dirigendosi verso il continente la forza del tifone verrà smorzata, ma sono comunque previsti venti intorno ai 150 km/h con una pressione barica al centro del sistema non superiore ai 980 mb sulle coste cinesi.

Aggiornamenti nei prossimi giorni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEGGI ANCHE :

GROENLANDIA, DOPPIO RECORD DI FREDDO PER MAGGIO -46,5°C

DAY ZERO CAPE TOWN? RISCHIO IDRICO IN NUOVE CITTÀ

KILAUEA, FONTANE DI LAVA ALTE 10 METRI, BAIA SCOMPARSA

Be the first to comment

Commenta