L’ultima perturbazione di marzo porta tanta neve sulle Alpi

L’ultima perturbazione atlantica di marzo ormai arrivata sul nord della penisola, ci accompagnerà almeno fino alla tarda serata della giornata di Pasqua.

Gli accumuli più sostanziali sono previsti sulle Alpi, inizialmente a quote medie, generalmente sopra i 1300/1400 metri, quota neve che scenderà fino ai 1000 metri nella giornata di sabato, quando si avranno isoterme tra +0°C e +2°C a 850 hpa. Tutto l’arco alpino sarà interessato da nevicate o piogge anche abbondanti, con accumuli nevosi medi intorno ai 15/30 centimetri, ad eccezione delle Alpi Lepontine, Alpi Orobie e le Alpi Retiche (quest’ultime saranno maggiormente interessante nella giornata di sabato) le quali saranno probabilmente le zone più interessate dal peggioramento e potrebbero vedere l’aggiunta al suolo di altri 80/100 cm ma solo alle quote più alte (>1700m/2000m).

Perturbazione. https://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo/mtg-lam?map=snow24h&zone=nord-italia-alpi&hour=3
Modello meteo MTG-LAM valido fino alle 09:00 del 31 marzo 2018.

Le previsioni ESTOFEX per la giornata odierna mostrano inoltre una potenziale possibilità di grandi piogge convettive:

Previsione della tempesta
Valido: ven 30 mar 2018 06:00 a sab 31 mar 2018 06:00 UTC
Rilasciato: ven 30 mar 2018 00:32
Forecaster: PISTOTNIK

Per la Francia e l’Italia è emesso un livello 1 per le precipitazioni convettive eccessive, la grandine e, in misura minore, forti raffiche di vento convettive.

http://www.estofex.org/

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Per immagini satellitari clicca qui.

 

Be the first to comment

Commenta