GROENLANDIA, situazione ghiacci

Analisi crescita e fusione ghiacci.
Qualcosa sta cambiando? Oppure i modelli degli anni 90', inizi 2000 erano esageratamente sovrastimati?

L’aumento della temperatura globale dal 1998 ad oggi sembra essere stato molto meno di quello che ci si aspettava, secondo alcuni modelli sembra essersi stabilizzata. Agosto a livello globale ha chiuso in +0.41°C, alcuni la chiamano “la pausa del Global Warming”, le grandi calotte che coprono il globo però non la pensano allo stesso modo, basti considera la riduzione dell’estensione del ghiaccio marino Artico nell’ultimo decennio.

Ovviamente esistono anche delle eccezioni, come la crescita di alcun ghiacciai minori o di alcune località dell’Antartide e infine la Groenlandia.

La Groenlandia ormai ci ha abituato a fasi negative e positive nel corso degli anni, a quanto pare questo 2017 dopo un 2016 tutto sommato positivo (almeno per quello che dicono i modelli) continua ad essere un anno estremamente positivo per la situazione ghiacci.

Le Fig.1, Fig.2, Fig.3 mostrano la quantità di ghiaccio espressa in Gigatoni, si può osservare in Fig.2 come attualmente la quantità di ghiaccio e addirittura fuori media (1981-2010) con circa 100Ga rispetto ai 50 dello scorso anno.

FIG. 1

 

FIG.2

 

FIG.3

 

Di seguito, la Fig.4 mostra la percentuale del ghiaccio fuso nel 2017 (linea blu) in correlazione con la fusione del 2012 (linea arancione), mentre nella Fig.5 è mostrato un confronto con la fusione degli anni 2000,2012 e 2017.

 

FIG.4

 

FIG.5

Ed è quindi evidente come attualmente vi è una crescita lieve della grande calotta groenlandese, probabilmente collegata a una minor fusione rispetto agli anni precedenti. Prossimo aggiornamento al mese prossimo.

Fonte grafici : http://www.dmi.dk

 

https://atmosphereandclimate.it/2017/10/08/minime-odierne-italia-oggi/

1 Trackback / Pingback

  1. Anticiclone e nebbie alle porte - Ma avrà vita breve...

Commenta